Il cratere del Cretaio Ischia

Il cratere del Rotaro o anche Cretaio è facilmente raggiungibile sia in macchina che con il bus. Appena prima di entrare nel cratere si trovano le fumarole, che sono gas caldi che salgono in superficie dalla camera magmatica. Lungo la strada statale che porta da Ischia Porto a Casamicciola Terme, specialmente d’inverno sono visibili in maniera molto evidente anche altre fumarole che sono da attribuire all’attività vucanica del Rotaro. Il cratere del Rotaro è la struttura vulcanica meglio conservata dell’isola e si può raggiungere facilmente con i mezzi pubblici. Sentieri costruiti, dentro e intorno al cratere, invitano alle passeggiate e alla scoperta del vulcano e della storia della sua origine. All’inizio del secolo scorso, sui fianchi di questo vulcano, fu piantato un bellissimo bosco di pini. Nell’autunno 2002 in questo bosco di pini sono stati sistemati dei bei sentieri per passeggiate. Si accede alla pineta dalla zona “Castiglione” ed andando per comodi sentieri si arriva al cratere. Il cratere stesso ha un diametro di circa 400 metri ed una profondità di circa 150 metri. Fino a circa 200-300 anni fa vi era nel cratere un lago di acqua dolce.

Il cratere del Rotaro o anche Cretaio – Testo fonte Eurogeopark.com  

Foto Gianni Mattera

Rispondi